Le Opere Sociali Don Bosco a fianco della Croce Rossa Italiana nell’ambito del progetto Esiras

Le Opere Sociali Don Bosco a fianco della Croce Rossa Italiana nell’ambito del progetto Esiras

Le Opere Sociali Don Bosco stanno collaborando con la Croce Rossa Italiana – Comitato di Milano nell’ambito del progetto Esiras.

Il Programma per l’Occupazione e l’Innovazione Sociale della Commissione Europea è stato istituito per contribuire al raggiungimento degli obiettivi comunitari di promozione di alti livelli di qualità e sostenibilità del lavoro, di protezione sociale, di lotta all’esclusione sociale e alla povertà. In tale quadro si inserisce il progetto “ESIRAS – Employability and Social Integration of Refugees and Asylum Seekers”, avviato nel mese di gennaio 2018 e che coinvolge la Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (FICR) e, per l’implementazione, la Croce Rossa di Milano e altre sei società consorelle, rispettivamente in Austria, Cipro, Danimarca, Francia, Gran Bretagna e Slovenia. Per tutta la durata del progetto il Comitato Nazionale CRI supporterà la Croce Rossa di Milano per il monitoraggio, mentre alla Croce Rossa spagnola spetterà il coordinamento generale dei progetti pilota nei vari Paesi.

Il progetto ESIRAS, avente una durata di 18 mesi, è finalizzato a favorire l’integrazione socio-lavorativa di persone rifugiate e richiedenti asilo, prevedendo a Milano l’apertura di un Centro d’Integrazione tra giugno e luglio 2018. In particolare, 400 persone saranno destinatarie delle attività progettuali CRI e, tra di esse, circa 150 persone saranno coinvolte in percorsi preparatori all’inserimento lavorativo mentre almeno 60 saranno beneficiari di training professionali specifici organizzati dal Centro d’Integrazione. Fornire formazione e training ai richiedenti asilo e ai rifugiati, in particolare quelli senza pregresse esperienze lavorative e con mancanza di formazione specifica, mira a facilitare l’inclusione nella società e nel mercato del lavoro.

Riassumendo, i risultati attesi dal progetto ESIRAS sono:  1) Migliorare l’integrazione dei migranti nel mondo del lavoro; 2) Migliorare l’integrazione e l’inclusione di rifugiati e richiedenti asilo; 3) Fornire informazioni e assistenza in risposta a bisogni individuali dei rifugiati e dei richiedenti asilo.

Negli scorsi mesi un gruppo di giovani rifugiati e richiedenti asilo di origine africana, hanno svolto presso il Centro di Formazione Professionale “Enrico Falck” Cnos-Fap un corso per operatori di “Macchine utensili tradizionali” e attualmente, grazie ai Servizi Al Lavoro delle Opere Sociali Don Bosco, stanno intraprendendo un percorso di inserimento lavorativo nelle aziende della zona.

Il signor Silvano Casiraghi, cooperatore salesiano ed esperto formatore del settore meccanico della formazione professionale, si è confermato come ottima guida ed educatore attento e accogliente.

Il video realizzato da Croce Rossa Italiana